Zombie che Passione

Lascia un commento

12 dicembre 2015 di Ile3nia

Ore 02:34 a.m.
Nel silenzio della notte mi ritrovo a occhi aperti a fissare il soffitto di camera.
Sono sveglia più che mai…
A quest’ora posso parlare solo dei miei amati zombie.
Sì, perché amo gli zombie.

Penso di aver visto e rivisto tutti i film / telefilm del genere… dal mitico “La notte dei morti viventi” a “28 giorni dopo”.
Da “Resident Evil” a “World War Z”.
Per non parlare di “The walking dead”… anche se ero più legata alla prima stagione. Non riesco a smettere di guardarlo, ma non mi prende più come agli inizi.
Un libro che mi permetto di consigliare è “Domani. Cronaca del contagio” di Massimo Spiga. Sorprende, coinvolge ed è scritto molto bene.
Mi è piaciuto tantissimo.
Spesso però mi è capitato di leggere e di essere coinvolta con l’ansia, la suspense, fino a quando non trovavo quella piccola nota stonata, quella sfumatura che mi smontava il racconto. Già è surreale la situazione con i non-morti che si nutrono di carne viva, ma mi piacerebbe che fosse più realistica possibile.
Per questo mi è venuta voglia di scrivere un libro su di loro.
Ho già scritto qualche capitolo, e piano piano la storia sta prendendo forma. Ci vorrà del tempo, riletture continue, correzioni su correzioni, ma arriverò anch’io ad avere la mia storia!
Me la creo e me la curo come vorrei che fosse vissuta dai protagonisti.
Pochi sopravvissuti che lottano per vivere… ogni minuto è vita, una vita che non sarà mai quella di prima, una corsa senza sosta per un rifugio che non potrà mai essere un rifugio al 100%. Morti, scene splatter e magari ci buttiamo anche una storia d’amore, che non guasta mai.
In mezzo a tanti morti, l’amore dovrebbe trionfare. Dovrebbe.
Beh, io ci provo.

Ho già scritto qualcosa per i vari concorsi letterari trovati su internet.
In uno di questi, il cui tema principale era “la birra”, ho volutamente inserito i miei amici zombie, perché per me stanno bene dappertutto, anche dove meno te li aspetti.
E grazie a loro sono arrivata tra i primi 20 scelti per una raccolta di racconti. Premetto che non fa paura. Protagonista è la “birra”. Solo che non ce la facevo senza di loro. I miei amici non potevano mancare. Mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Translate

Copyright © 2015 - 2017 Tutti i diritti riservati Sogno nel mezzo di un racconto by Ile3nia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: