Un Drago Nel Mio Castello

Lascia un commento

9 aprile 2016 di Ile3nia

Lavorare in un negozio di gadget stimola la mia fantasia, scatenando un vortice di racconti nella mia mente pronti a esplodere da un momento all’altro.
Trasformandosi in esperienze che non puoi fare a meno di sognare a occhi aperti.

Oggi è arrivato un pacco fresco fresco dalla Germania. Le novità del momento. Il primo articolo che tiro fuori tra pluriball e carta è un drago che circonda un castello: un portacandele. Resto sorpresa dai dettagli. Un lungo serpente con ali da pipistrello mi minaccia con lo sguardo, pronto a sputare fuoco se faccio un passo falso. Ma non può farmi nulla. Mi sta a misura di mano e poi su, è un gadget. Lo posiziono sopra lo scaffale e lo osservo divertita.

Qualcosa attira la mia attenzione. Ecco, appunto… Attenzione!
Ho visto muoversi le ali. Lo giuro. Il drago le ha mosse. È stata una frazione di secondi.
No, non può essere. Ho le traveggole. Stanotte ho dormito male e stamani risento della stanchezza.

Mi stropiccio gli occhi con le mani. Sveglia ragazza mia! Sogno o son desta? Un altro movimento. Questa volta dentro il castello. Mi avvicino verso una finestra e cerco di sbirciare nel suo interno. Eccola. Una fanciulla. “Se hai bisogno di qualcosa, chiedi pure” è la frase che dico a ogni cliente che entra in negozio. Abitudine. Ma non mi viene in mente altro. “Ho bisogno del tuo aiuto” mi risponde una vocina ina ina. “La Strega dei pensieri tristi sta minacciando il mio regno. Mi tiene prigioniera in questo castello guardato a vista dal drago!” E io cosa posso fare?! Come posso sconfiggere sia il mostro che la strega? “Con la tua fantasia” mi risponde come se mi avesse letto nel pensiero “Quel bambino che è in ogni essere umano è indispensabile affinché una favola continui a vivere senza problemi. La Strega dei pensieri tristi potrà essere distrutta solo da chi come te dà gran voce a quella bambina. Quando voi siete tristi, cercate di immaginare cose allegre per tirarvi su di morale. Non ve ne rendete conto, ma salvate anche noi.” “Noi chi?” “I protagonisti delle favole. Devi continuare a credere nella magia del nostro mondo e della tua mente. Diffondi questo mio pensiero altrimenti il mondo sarà sempre più triste. A volte basta poco per tirarsi su, ma voi umani sembrate averlo dimenticato”. Affascinata dalle sue parole, penso a questa verità che conosco da sempre, ma che ho sempre dato per scontato e mai dato il giusto peso. “Basta poco per tirarsi su”. Lo ripeterò nei miei giorni bui, quando mi sentirò giù di morale. Lo ripeterò a chi è depresso. La Strega dei pensieri tristi non vincerà mai su di noi!” Le sorrido e con la testa le faccio cenno di aver capito cosa fare.  Il drago dorme e la Strega non si è ancora fatta vedere, perché oggi sono felice. Riuscirò a liberarla…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Translate

Copyright © 2015 - 2017 Tutti i diritti riservati Sogno nel mezzo di un racconto by Ile3nia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: