Referendum “Abroghiamo Le Sinossi”

Lascia un commento

3 dicembre 2016 di Ile3nia

Il 4 Dicembre è alle porte. Domani si vota e da Lunedì basta video e campagne elettorali sparate ai quattro venti su tutti i social di questo mondo. Sì o No. No o Sì. Non se ne può più.

Ecco il mio punto di riflessione su quello che dobbiamo votare. Si fa per sdrammatizzare un po’ questo periodo di conflitti politici, che non so voi, ma la famiglia e i miei parenti sono in perenne subbuglio per cosa vota uno o l’altro. Aspetto a gloria Lunedì 5 Dicembre.

Il mio scopo politico, lo dico con tutta franchezza, è quello di raccogliere le firme che siano 50.000 (o 150.000 se Lunedì vince il sì) per approvare un nuovo referendum “ABROGHIAMO LA SINOSSI”.

Sì, avete letto bene, miei cari lettori. Basta con questa sinossi da quanto? 2.000 battute o 5.000. Basta, care Case Editrici, che già ci struggiamo per rendere al meglio i nostri libri, perché possano essere coinvolgenti ed emozionare il nostro futuro lettore. Ma costringerci a riassumere un libro da 200.000 battute in soli 5.000 è una sfida contro l’ansia.
Ci volete del male.
Ci fate capire che aver sudato e partorito un libro in tutti questi mesi non è nulla in confronto a quello che ci chiedete dopo.

Vota contro la Sinossi. Sentiti libero di scrivere senza pensare a quello che ti aspetta dopo.

Ho finito di scrivere il mio romanzo “Anime Sospese”.
Finalmente mi sono sentita riavere, dopo lunghe giornate trascorse a rileggere non si sa quante volte, dall’inizio alla fine, per rivedere e sistemare l’impossibile.
E contenta come non mai leggo il bando di un concorso per opere inedite.
Sto per compilare il modulo di partecipazione quando con la coda dell’occhio intravedo quel terribile trafiletto su una certa sinossi che è arabo per me ma che ha l’effetto di bloccare il respiro per una manciata di secondi e se non piango è un miracolo ma sono molto vicina.
Notare che non ho usato punteggiatura, sperando di aver dato l’idea dello strozzamento che ho avvertito QUANDO mi sono accorta CHE dovevo aggiungere una sinossi da 5.000 battute.

Detto a una che ha sempre odiato i riassunti dai tempi della scuola, no, no!
Non ce la posso fare!
È logico che entro in crisi, quando mi si chiede di scriverne uno sul mio libro.

INDI PER CUI… Cari Scrittori votate al referendum che partirà da oggi stesso fin quando non avremo ottenuto l’abrogazione della SINOSSI.
Care Case Editrici, mi rivolgo anche a voi… Perché?!?!?!

Votate Votate Votate!

referendum-sinossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Translate

Copyright © 2015 - 2017 Tutti i diritti riservati Sogno nel mezzo di un racconto by Ile3nia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: