Malata di Libri Usati

Lascia un commento

6 agosto 2017 di Ile3nia

Mi chiamo Ilenia.
Non bevo, non mi drogo, ma sono malata di libri.
Sì, usati, vecchi, stra-vecchi, dimenticati da Dio… io li amo! Li comprerei tutti, a occhi chiusi!
Datemi un mercatino, beh, non fatemi vedere una bancarella di libri, che divento isterica, peggio della protagonista di "I love shopping" .
Non ci vedo più, non capisco più nulla, mi dimentico di tutto e sono capace di starci delle ore senza rendermi conto del tempo che passa. Ma soprattutto non vado MAI via senza aver comprato almeno 1 libro.

Oggi ne ho comprati 4!
Uno consigliato, due ispirati e il quarto sono andata quasi a occhi chiusi…
Il consigliato è "Le parole nascoste" dell'Archivio della Pieve.
Trattasi di lettere vere, di una "storia d'amore in cui si rispecchia la vita di un certo ceto sociale dell'ultimo ottocento". Una coppia di adulteri, Emilia giovane moglie di un anziano conte. Delusa dal marito che ha una tresca con la mamma di lei, s'innamora di Federico, un ufficiale dei bersaglieri. E io sono già a sospirare…

I due libri cosiddetti ispirati dal momento tutto magia incantesimi e misteri vari sono…
"Il santo Graal" di M. Baigent-R. Leigh-H. Lincoln
Giallo storico che prende il via da indizi ritrovati a Carcassonne, Francia del sud.
Sembrerebbe che Gesù non sia morto sulla croce, che sposò Maria Maddalena. Ebbero dei figli e si rifugiò presso una comunità ebraica.

-"Ghost" di Paul Roland.

E qui so già che leggerò qualche pagina alla volta… visto che sono suggestionabile su ogni racconto ghost. Che ci posso fare… mi affascinano tantissimo, ma sono una fifona allo stesso tempo…

Apparizioni, parlare con i morti, case infestate, cacciatori di fantasmi e luoghi spaventosi… c'è l'imbarazzo della scelta…

Il quarto libro invece non ha niente a che vedere con gli altri ed è "Una cioccolata per due" di Lolly Winston.


La protagonista Sophie ha 36 anni e ha perso tutto. Marito, lavoro e la stabilità economica… si trasferisce nell'Oregon e trova lavoro come cameriera in un bistrot.
L'amicizia con una tredicenne, la relazione con Drew e la scoperta che l'amore per il cibo può essere fonte di reddito riusciranno a restituirle la felicità.
Quindi doveva essere mio.
Fazzoletti in mano e sono pronta per la lettura.

Ho appena iniziato le ferie, e non vedo l'ora di scoprire nuovi mercatini e rovistare tra le bancarelle di libri… e soprattutto cercare di zittire il marito che mi brontola di continuo per lo shopping compulsivo di libri.
Ma non ci posso fare nulla…
Sì, perché mi chiamo Ilenia e sono malata di libri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Translate

Copyright © 2015 - 2017 Tutti i diritti riservati Sogno nel mezzo di un racconto by Ile3nia
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: